Memo

Arrivederci Patrizia Cavalli

La tua poesia ci ha raccontato l’amore, la passione, il piacere, il dolore, l’insensatezza e l’essenza.

È morta oggi Patrizia Cavalli: poetessa, scrittrice e traduttrice italiana.
Nata a Todi il 17 aprile 1947, pubblica nel 1947 la sua prima raccolta Le mie poesie non cambieranno il mondo. Molte le raccolte poetiche che compongono la sua opera, interamente pubblicata da Einaudi, fino a Vita meravigliosa (2020), ma anche teatro, musica e narrativa.

Nella sua poesia combina la tecnica tradizionale della metrica classica, ridandole vita con un linguaggio contemporaneo e quotidiano, raccontando l’amore, la passione, il piacere, il dolore, l’insensatezza e l’essenza.

“Non ci sono parole belle o brutte. Tutte sono stupende. Purché siano reali e pertinenti. Spesso le parole sono usate in modo orribile, e alcune vengono logorate dall’uso. Perciò bisogna aspettare che ritrovino un’innocenza”.

TAGS

CONTRIBUTOR

Le Contemporanee, il primo media civico in Italia dedicato alle donne e contro ogni discriminazione. I contributi contenuti nel media civico con autore "LeC", sono testi e contenuti a cura del nostro staff.

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di LeContemporanee.it per rimanere sempre aggiornato sul nostro Media Civico