Memo

Ciao alla grande Lina Wertmuller 

Lina Wertmuller

“Sono andata dritta per la mia strada, scegliendo sempre di fare quello che mi piaceva”. Cacciata da 11 scuole, ma anche prima donna regista candidata agli Oscar. Oscar alla carriera nel 2019. E un sacco di film pazzeschi con titoli ironici e indimenticabili.

E’ stata la prima in molte cose. La prima donna ad ottenere una nomination all’Oscar, come dicevamo, come migliore regista ai tempi di “Pasqualino settebellezze” (1976); la prima a portare in tv il “Giornalino di Giamburrasca” (1964-65) assegnando il ruolo di Giamburrasca a una donna, una giovanissima e anticonformista Rita Pavone. Ha diviso con Iaia Fiastri lo spazio nella premiata ditta Garinei&Giovannini, come ricorda giustamente il sito dell’Ansa, ripercorrendo la sua carriera, che porto’ la commedia musicale nel nostro Paese.

Ci sono donne che diventano un esempio nella vita, nella propria professione e in qualche modo segnano una epoca o molte epoche. Ma soprattutto fanno da apripista per chi verra’ dopo di loro.

E’ questo il caso di Lina Wertmuller, regista di grandissimo talento, donna per le donne, socialista, ribelle, scanzonata, ironica, a tratti buffa e sicuramente iconica.

Ci lascia all’eta’ di 93 anni, dopo un elenco di film imperdibili, battute fulminanti, aneddoti che continueremo a scoprire su di lei, Fellini che le disse di raccontare a suo modo, senza lasciare che altri la cambiassero, il dito morso a Luciano De Crescenzo che “lo meritava”, patate in testa tirate ad altri malcapitati che lo meritavano, quei capelli e occhiali bianchi che sono diventati ormai un affresco inscindibilmente legato alla spettacolare Lina.

Ci mancherai davvero molto.

Nella foto Credits: Lina Wertmuller , Oct. 24, 2019 , Los Angeles. (Photo by Mark Von Holden/Invision/AP)

TAGS

CONTRIBUTOR

Classe 84, esperta di comunicazione e politica, Cofounder de Le Contemporanee. Lavora da anni con Radio Radicale e collabora con diverse testate, tra cui Io Donna - Corriere della Sera, Il Foglio e Milano Finanza.

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di LeContemporanee.it per rimanere sempre aggiornato sul nostro Media Civico