Memo

Le donne di Rebibbia e il teatro ponte. Storie d’amore e di rabbia.

Riceviamo e pubblichiamo molto volentieri questo invito a teatro. Per chi fosse a Roma la settima prossima il consiglio è di non perderlo.

RAMONA E GIULIETTA
Quando l’amore è un pretesto
Tragicommedia in atto unico

Ramona e Giulietta è la riscrittura tragicomica di uno dei più grandi classici shakespeariani. Uno spettacolo tutto al femminile scritto e allestito all’interno della Casa Circondariale Femminile di Roma Rebibbia. Una storia d’amore e di rabbia, che racconta il carcere con i suoi tempi e spazi, le sue privazioni, a cominciare dall’affettività negata.

Scritto e diretto dalla regista Francesca Tricarico con le attrici detenute della casa circondariale femminile di Rebibbia che hanno aderito al progetto “Le Donne del Muro Alto”, Ramona e Giulietta è interpretato dalle stesse attrici, che oggi continuano a portarlo in scena da donne libere o semilibere, ammesse alle misure alternative alla detenzione. Donne che attraverso il teatro hanno l’opportunità di lavorare e abbattere lo stigma sociale legato alla detenzione e ancor più alla detenzione femminile, di fare sentire la propria voce e quella delle loro compagne ancora recluse.

«Siamo alla prima rappresentazione serale romana fuori dal carcere – spiega Francesca Tricarico, regista e coordinatrice del progetto – un evento importante per le attrici che si confronteranno con un pubblico probabilmente diverso rispetto alle precedenti rappresentazioni. Ogni luogo e ogni orario ha i suoi spettatori, per questo è importante diversificare. Il teatro per noi è un ponte fondamentale tra il dentro e il fuori; e a maggior ragione nella difficile fase del post detenzione rappresenta uno strumento forte di inclusione lavorativa e sociale. È il luogo che meglio di ogni altro, creando un incontro emotivo tra attori e spettatori, consente di dimostrare che non esiste un noi e un loro, che il carcere è parte della società».

Mercoledì 18 maggio ore 20.30, lo spettacolo si sposta fuori dalle mura dell’istituto per una grande prima serale romana, presso lo Spazio Rossellini. Lo spettacolo sarà preceduto, alle ore 19, dalla presentazione del progetto “Le Donne del Muro Alto”. 

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti  
Prenotazione obbligatoria a info@spaziorossellini.it

Spazio Rossellini, Polo Culturale multidisciplinare della Regione Lazio 
via della Vasca Navale 58, Roma

TAGS

CONTRIBUTOR

Le Contemporanee, il primo media civico in Italia dedicato alle donne e contro ogni discriminazione. I contributi contenuti nel media civico con autore "LeC", sono testi e contenuti a cura del nostro staff.

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di LeContemporanee.it per rimanere sempre aggiornato sul nostro Media Civico