le opinioni

Le tette d’estate

Lago, piscina, terme oppure mare, il seno ogni estate si trova a migrare dal reggiseno al costume da bagno. Un passaggio tutt’altro che banale.

Sei lì tutto l’anno che armeggi con la coppa giusta, è quasi un’equazione: circonferenza toracica per volume e forma. E poi arriva la bella stagione e ogni ragionamento cade. Il tuo occhio allenato e sincronizzato alla ricerca del modello che più ti piace ma che risponda rigorosamente a un 85E (che somiglia al numero di un gate e invece è la misura delle tue tette) sono smarriti dall’approssimazione estiva. Eccole lì quelle taglie ricomprese nelle tradizionali XS, S, M, L.

Elle. Avete letto bene. Le XL sono decisamente più rare tra i brand di swimwear. Poi ci sono quei costumi che proprio inneggiano al topless. Si quelli lì, quelli che dividono il mondo in taglie 40 e progressivi. Come se tutte le donne avessero la stessa misura per le due parti del bikini.

Apice di difficoltà giunge con i costumi interi. Belli è. Eleganti. Di quelli che basta un pareo e sono perfetti per il più glamour degli aperitivi in spiaggia o che uniti a una fascia per capelli fanno subito New Age.

Eppure se hai un seno più abbondante ti ritroverai a provarne circa un centinaio prima di trovare quello che realmente ti sostiene. Prima di guardarti soddisfatta nello specchio avrai di certo litigato con la fattezza degli altri 99.

Lacci sottili, spalline ridicole, scollature sulla schiena impraticabili per chi in spiaggia vorrebbe avere il diritto di correre come Pamela Anderson in Baywatch.

Ma sei testarda e alla fine il costume da bagno che ti piace lo trovi ogni anno. A costo di farlo fare su misura!

E tu che seno hai?

La diatriba è in corso. C’è chi dice ci siano 7 tipologie di tette. Quelli più inclusivi arrivano a 9. Qui una lista da “fitting rooms”.

CAMPANA

È, generalmente, la forma dei seni più abbondanti. Più stretto sulla base e più largo nella parte bassa. Un seno pesante ma non stanco che ha voglia di essere abbracciato da una coppa grande, capace di avvolgerlo e valorizzarlo appieno.

Occhio alle spalline, saranno sì più larghe del solito ma almeno non vi segheranno le spalle.

ALBA E TRAMONTO

Conosciuto come seno est/ovest è chiamato così perché i due capezzoli non si guardano, anzi sono rivolti alle due estremità opposte.

Il push up è stato inventato (anche) per voi!

INDIPENDENTE

I due seni si presentano, come dire, distanti nonostante lo sguardo dei due capezzoli sia posto in entrambi i casi verso l’orizzonte.

Le donne con i seni distanti hanno solo che l’imbarazzo della scelta: coppe a balconcino o a triangolo (che oggi hanno una nuova dignità o meglio un ritrovato allure).

TEAR DROP

Il seno cosiddetto a goccia è quello maggiormente realizzato nelle sale di chirurgia estetica. In Europa è richiesto dalla quasi totalità delle donne under40 (86%) che disegnano chirurgicamente i loro seni.

È un seno proporzionato in cui la base e la parte inferiore hanno la stessa larghezza ma il volume è concentrato verso il basso mentre i capezzoli guardano all’insù.

Che sia abbondante o meno poco cambia, per tutte il modello t shirt bra, un buon sostegno senza rinunciare alla scollatura.

BOCCE

Seni tondi. Di più, rotondi. E nulla li accoglie meglio di una coppa avvolgente.

A BASSO VOLUME

Al contrario dei seni a campana hanno una basa larga ma poco volume. Sono la proporzione armoniosa di un corpo magro con seni piccoli.

Un seno snello che però è facile da mettere in mostra se incastonato in un wonderbra, con o senza spalline, con stringhe mozzafiato o in una comoda fascia. Effetto scollato assicurato.

TAVOLA DA SURF

Un seno di piccole dimensioni ma muscoloso. La base piatta e il poco volume fanno del reggiseno sportivo la casa naturale.

Ma in estate con la voglia di stare tette all’aria la sua grazia gli permetterebbe di rimanere nudo. Naturale. In caso di puritani nelle vicinanze un push up può essere utile a esaltare le forme.

AREA RELAX

Piatto sul petto e largo bella base. In genere di dimensioni generose, questo seno appare rilassato e in molti proprio così lo chiamano.

Per questo seno è perfetta una coppa push up, più piccola di una necessaria per un seno abbondante come quello a campana ma capace di spingerlo verso l’alto. Per tette sollevate.

E vi siete mai chieste a chi servano quelle imbottiture estraibili?

Indipendentemente dalla forma molte donne hanno dei seni asimmetrici tra loro.

Per un ritrovato equilibrio inserire a piacimento quella soffice imbottitura che vuoi per la forma, vuoi per la stagionalità dei costumi sono romanticamente chiamati pesciolini. 

LA PAROLA A VOI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

TAGS

CONTRIBUTOR

Esperta di comunicazione aziendale e del settore food, contributor fissa de Le Contemporanee e contemporanea della prima ora.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di LeContemporanee.it per rimanere sempre aggiornato sul nostro Media Civico