Memo

Parità di genere nei Cda

“Questo è un grande giorno per le donne in Europa. É anche un grande giorno per le aziende. Perché maggior diversità significa maggior crescita, e maggior innovazione.” Ha dichiarato Ursula von der Leyen suTwitter

Finalmente arriva dall’Europa l’accordo sulla proposta della Commissione Europea “Women On Boards”: nuove regole per garantire uguaglianza e diversità all’interno della aziende. Riprendiamo e condividiamo con voi la notizia da EURACTIV.

I legislatori dellUe hanno trovato un accordo martedì 7 giugno sulla proposta della Commissione europea, avanzata per la prima volta nel 2012, di garantire che le donne occupino almeno il 40% dei posti nei consigli di amministrazione non esecutivi delle società quotate.

Secondo le nuove regole, i Paesi dell’Ue devono assicurarsi che le compagnie quotate abbiano almeno il 40% dei posti non esecutivi nei consigli occupati “dal genere sottorappresentato” entro la fine di giugno 2026. Per chi introduce quote minime sia nei consigli di amministrazione che in quelli non esecutivi l’obbligo sarà del 33%. Le aziende che non raggiungono l’obiettivo dovranno applicare “criteri trasparenti e neutrali” per risolvere il problema.

Queste compagnie dovranno anche privilegiare il candidato del genere sottorappresentato qualora si trovassero di fronte a due persone ugualmente qualificate. Inoltre, per rendere efficaci queste regole, gli Stati membri dovranno fissare un sistema di punizioni per le aziende che non le rispettano.

“Dopo dieci anni dalla prima proposta della Commissione, è arrivato il momento di rompere il tetto di cristallo”, ha detto la presidente Ursula von der Leyen. “Ci sono molte donne qualificate per lavori di alto profilo: dovrebbero poterli ottenere”, ha aggiunto.

TAGS

CONTRIBUTOR

Le Contemporanee, il primo media civico in Italia dedicato alle donne e contro ogni discriminazione. I contributi contenuti nel media civico con autore "LeC", sono testi e contenuti a cura del nostro staff.

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di LeContemporanee.it per rimanere sempre aggiornato sul nostro Media Civico