Istantanea

“L’attivismo funziona”: è nato SEMIA, il primo fondo femminista in Italia

E’ nato Semia, il primo fondo per sostenere le organizzazioni, i gruppi, i collettivi, le attiviste e gli attivisti che strenuamente lavorano per potenziare l’inclusività all’interno del nostro Paese. Presentata alla Casa internazionale delle donne di Roma, in via della Lungara, questa Fondazione annovera già tra i suoi sostenitori la Fondazione Chanel, Kering Foundation, la Fondazione Donne Mediterraneo, Una, nessuna e centomila e Genevieve Vaughan.  

Tutte le donne e gli uomini che condividano gli scopi e i valori della Fondazione, orientati a perseguire la parità tra i generi, sono infatti chiamati a recepirne la mission  “in un ottica intersezionale dove classe, etnia, identità, orientamento sessuale, disabilità, religione, istruzione e territorio sono le multiple direttrici del nostro sguardo”, ai fini di supportare e rafforzare “l’ecosistema femminista italiano”. Si potrà infatti entrare a far parte dell’assemblea di partecipazione con una donazione suggerita di mille euro. I nomi delle prime cento adesioni appariranno sul sito di Semia e nel primo bilancio sociale.

“Finalmente anche il movimento femminista italiano ha il suo fondo: Semia si considera parte integrante e si pone come un’alleata del movimento. E’ una fondazione giovane, fatta di professioniste del terzo settore, al servizio delle realtà territoriali, nonchè a supporto materiale delle organizzazioni che si occupano dei diritti delle ragazze, delle donne, delle persone trans e non binarie, per l’autodeterminazione di tutte.”- Ha spiegato  Miriam Mastria, vicepresidente e direttrice esecutiva di Semia.

Solo attraverso la libera espressione di ciascuna, infatti, si può realizzare il progresso corale dell’intera società”.

“L’assunto di base di Semia è la convinzione che l’attivismo funziona”, ha sottolineato inoltre la Presidente di Semia, Paola De Leo– “Funziona nel senso che, come le ricerche provvedono a dimostrate, c’è una correlazione positiva tra le azioni dei movimenti femministi e l’avanzamento dei diritti delle donne”.

Semia – come si legge infatti nell’homepage del Fondo medesimo – nasce dall’iniziativa di un gruppo di donne, attiviste, professioniste di terzo settore e filantrope che condividono la visione di un futuro pacifico, in cui ogni persona possa godere di pieni diritti, di partecipazione e di rappresentanza e possa vivere ed amare con dignità e libertà, in armonia e rispetto per il Pianeta.

Ad oggi, Semia è così andato ad affiancarsi agli altri 40 fondi femministi che, nel mondo, operano in network ed in partnership con la filantropia privata e le istituzioni pubbliche, ottenendo importanti risultati in termini di lotta per l’uguaglianza.

TAGS

CONTRIBUTOR

  • Le Contemporanee

    Le Contemporanee, il primo media civico in Italia dedicato alle donne e contro ogni discriminazione. I contributi contenuti nel media civico con autore "LeC", sono testi e contenuti a cura del nostro staff.

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di LeContemporanee.it per rimanere sempre aggiornato sul nostro Media Civico