Istantanea

Insieme si può. Troviamo gli strumenti per supportare le donne nel mondo. A partire dall’Iran. 

Quel che accade in Iran in questi giorni, ci preoccupa, ci addolora ma deve anche “occuparci”. 

Ovunque le donne nel mondo lottano e manifestano la propria forza, come abbiamo provato a raccontare giorni fa durante il primo evento La Forza delle Donne, evento di coordinamento tra attiviste, rifugiate, associazioni ed esperte provenienti da tanti paesi del mondo e continenti, luoghi difficili quando non impossibili per le donne: Iran, Afghanistan, Bielorussia, Russia, Ucraina, America latina, Africa.

La forza delle donne è eroica, difficile da fermare, ma l’orrore a cui assistiamo è atroce e ci interroga sui prossimi necessari strumenti di lotta. Una lotta internazionale e transnazionale. 

Il Regime di Teheran sta diventando spietato e pericolosamente nazista. Se ai tempi della seconda guerra mondiale il regime tedesco marchiava con numeri e atrocità milioni di ebrei, in Iran stanno mettendo in atto un altro modo per marchiare e punire chi lotta, specialmente le donne. Da quanto si apprende da fonti inglesi, dal Guardian che ha interpellato medici persiani in loco, le forze di sicurezza iraniane sparano da distanza ravvicinata alle donne, durante le proteste, colpendole volutamente al volto, agli occhi, al petto e ai genitali. 

Le colpiscono nella loro bellezza, e forza. Quella che temono e non sanno gestire, se non in modo bestiale. Le colpiscono nella loro femminilità. 

È inaccettabile e crudele. 

Dobbiamo pretendere che i governi europei cambino passo con l’Iran e che ci siano organismi internazionali che vadano a vigilare su quanto accade impunemente. Che la diplomazia trovi una via per sanzionare, dissuadere il regime, farlo sentire sotto scacco. 

Queste generazioni, giovani, femministe, coraggiose, commoventi, danno una prova di maturità, di nonviolenza, di libertà e voglia di democrazia senza precedenti.

Dobbiamo stare al loro fianco. Dobbiamo trovare un modo insieme, coraggioso e dirompente. Su questo vogliamo aprire un dibattito proprio qui sul media civico de Le Contemporanee

Immagine da INDIA TODAY

TAGS

CONTRIBUTOR

  • Valeria Manieri

    Classe 84, esperta di comunicazione e politica, Cofounder de Le Contemporanee. Lavora da anni con Radio Radicale e collabora con diverse testate, tra cui Io Donna - Corriere della Sera, Il Foglio e Milano Finanza.

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di LeContemporanee.it per rimanere sempre aggiornato sul nostro Media Civico